Storia del marchio Hummer

Parte 9 - Hummer H3: prestazioni da puro sangue

Hummer H3T

Per quanto concerne le motorizzazioni degli H3, General Motors decide inizialmente, nel 2005, per  un Vortec 5 cilindri in linea di 3,5 litri di cilindrata con una potenza massima di 220 CV a 5600 giri/min, sostituito nel 2007 con un motore Vortec 3,7 litri con 242 CV di potenza. Trattasi di motori all’avanguardia con, doppio albero a camme in testa, valvole a fasatura variabile, controllo elettrico dell’acceleratore, e una massa ridotta. L’H3 è il primo Hummer a offrire la possibilità di scelta tra cambio manuale e automatico. Da segnalare che monta una trasmissione automatica a quattro rapporti a gestione elettronica: trattasi dell’ultra affidabile Hydra Matic 4L60, grazie al quale il nuovo Hummer è stato omologato per il traino di rimorchi fino a 2260 Kg! Nel 2008 Hummer propone una versione motorizzata con un poderoso V8 di 5,3 litri che eroga ben 305 CV, che gli permette di accelerare da 0-100 Km/h in soli 8,2 secondi. L’incremento di potenza sull’avantreno, ha imposto alcune modifiche, quali: irrobustimento del pianale, nuova scatola del cambio, e speciali sospensioni specificamente tarate.

Parte 8 - Hummer H3: civilizzazione della specie

Hummer H3

Sull’onda del successo di pubblico e di immagine del H2, General Motors decide nell’estate del 2005 di dare inizio a quella che viene chiamata operazione “Espansione globale”. Trattasi di un progetto per incrementare ulteriormente la diffusione dei veicoli Hummer non soltanto per quanto riguarda i numeri relativi alla sua esportazione, ma anche nell’ambito del suo assemblaggio al di fuori degli Stati Uniti. Nella primavera del 2005 inizia la produzione dell’Hummer H3 nell’impianto USA GM di Shreveport in Louisiana. Un Hummer dalle dimensioni e caratteristiche atte ad espandere l’appeal del marchio tra il pubblico internazionale. L’H3 è basato sul pianale GMT 355 che “sostiene” pure la Chevrolet Colorado, e la GMC Canyon pick-up. L’Hummer H3 si presenta quindi di dimensioni ridotte (4,472 metri di lunghezza, 1,897 metri di larghezza, e 1,89 metri di altezza), pur mantenendo comunque stile e caratteristiche off-road dei modelli precedenti. L’altezza dal suolo è di 213 mm, con protezione sotto scocca integrale che consente a questo spettacolare modello di superare guadi di profondità pari a 40/60 cm! Disponibile sia in versione SUV, che SUT, quest’ultima versione solo a partire dal 2008. Nel 2006, a seguito degli entusiasmanti risultati di vendita (ben 61000 unità vendute nel 2005, rispetto alle 31000 del 2004) General Motors decide di investire oltre 100 milioni di dollari per la costruzione di nuovi stabilimenti Hummer in Sudafrica, con l’obiettivo di assemblare i futuri H3 per il mercato europeo, asiatico, e mediorientale.

Parte 7 - Hummer H2: doti Offroad illimitate

Hummer H2

Le applicazioni tecnologie su questo veicolo militare civilizzato sono molteplici. Oltre ai differenziali autobloccanti e alle marce ridotte, H2 presenta un sofisticato sistema di trazione con caratteristica innovativa, con ben 5 modalità operative per adattarsi al meglio alle differenti condizioni di strada. Una di queste è un’evoluzione degli acceleratori drive-by-wire che consentono di differenziare la risposta del propulsore a seconda delle condizioni di guida; in questo modo, affrontando un ostacolo con le ridotte, la farfalla si aprirà al 75% in meno di quanto avrebbe fatto su un percorso normale a parità di pressione sul gas. Ulteriore accorgimento è l’ABS intelligente che reagisce in modo diverso in relazione al fondo stradale. Infatti, su alcune superfici come sabbia e neve, il sistema può attivarsi troppo frequentemente allungando gli spazi di arresto, mentre lasciando che la ruota si blocchi e “affondi” nel terreno si favorisce la frenata (che fra l’altro può avvalersi del servosterzo idraulico). Non da ultimo il TC2, sistema in grado di rilevare lo scivolamento di una ruota e applicare una pressione sul freno per rallentarlo, trasferendo la coppia sul differenziale aumentando la trazione sull’altra ruota.

Parte 6 - Hummer H2: SUV da “guerra”

Hummer H2

Nel 2002 inizia la produzione, negli stabilimenti della AM General, della nuova “creatura” del marchio Hummer, la H2 in versione classica, e SUT (Sport Utility Truck). Imponente veicolo fuoristrada, progettato e prodotto da General Motors, che coniuga la capacita di una guida fuoristrada estrema con la comodità e “praticità” del veicolo per tutti i giorni. L’H2 attinge con riverenza dall’ammiraglia della gamma la sua tradizione di forza, solidità e leadership incontrastata dei 4x4. Il telaio della H2 deriva dalla Chevrolet Tahoe, profondamente modificato nella struttura per migliorare ulteriormente le caratteristiche di fuoristrada. Particolarità di questo veicolo sono i paraurti dotati di fori per il montaggio di un verricello. In sostanza, mezzo possente dal peso di 2900 Kg, con una lunghezza che parte da ben 4,80 m sino a 5,17 m e una larghezza che supera i 2 metri; in grado di guadare fiumi di 508 mm di profondità, e rimorchiare pesi fino a 2000 Kg, supera pendenze fino a 60 gradi, e inclinazioni massime di 40 gradi. La carrozzeria dell’ H2 è estremamente resistente e rigida. L’intera parte anteriore dal radiatore in poi, è direttamente saldata al panello del cruscotto e al telaio. Tale soluzione, oltre ad aumentare la sicurezza dei passeggeri in caso di impatti frontali, garantisce un ottima rigidità e la pressoché totale assenza di cingolii e tremolii. Nei pannelli esterni delle portiere e nel portellone, è stato utilizzato un acciaio di spessore maggiorato, per aumentare la resistenza alle ammaccature e la robustezza della carrozzeria. Tutti i pannelli esterni della carrozzeria, compreso il tetto, sono realizzati con acciaio zincato sui due lati per garantire la massima protezione anticorrosione. La H2 monta un poderoso 6.0 V8 a benzina che eroga ben 322 CV (237 kW) e 49 kgm di coppia a 4000 giri/minuto. Aggiornamento dello stesso nel 2007 con potenza incrementata a 6,2 litri di cilindrata capace di sviluppare 393 CV (293 kW). Il consumo raggiunge i 30 litri per percorrere 100 chilometri. La velocità massima è di 150 km/h autolimitata elettronicamente, con scatto da 0-100 km/h in soli 10,2 secondi!

.